Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
  • 2020-2
  • 2020-1
  • 2019-4
  • 2019-3
  • 2019-2
  • 2019-1
  • 2018-4
  • 2018-3
  • 2018-2
  • 2018-1
  • 2017-4
  • 2017-3
  • 2017-2
  • 2017-1
  • 2016-4
  • 2016-3

    Editoriale 1-2 (2016)

    Diventare cristiani. L’iniziazione cristiana oggi 

    Editoriale

     

    Il processo con cui si “diventa cristiani” è divenuto, negli ultimi decenni, oggetto di una crescente attenzione, dentro e fuori la Chiesa. Da un lato abbiamo compreso che il mutamento dell’orizzonte culturale in Europa e nel mondo ha costretto la Chiesa a mutare le proprie prassi educative, uscendo dalle vie troppo semplici con cui una “dottrina” e una “disciplina” potevano facilmente condurre il soggetto alla identità di cristiano. Si è elaborata così nell’ultimo secolo la categoria di “iniziazione”, che può costituire la risposta migliore per continuare la “tradizione cristiana” in contesto tardomoderno. 
    La Settimana Liturgica di Camaldoli del 2015 ha voluto studiare quali siano le caratteristiche della iniziazione nella storia e nelle altre esperienze ecclesiali, senza dimenticare il ruolo dell’arte e concentrando la sua attenzione sul piano della celebrazione della Parola e del Sacramento, nella sua dimensione narrativa e rituale. Essere iniziati ha a che fare necessariamente con racconti e con riti. Per questo la sequenza dei contributi qui pubblicati, con i quali si offrono ai lettori il frutto delle riflessioni proposte a Camaldoli, illustra in modo puntuale e profondo questo plesso di questioni, elaborando più adeguatamente il concetto di “iniziazione”.
    Si comincia con una lettura di carattere catechetico-pastorale, nella quale Fr. E. BIEMMI propone una articolata riconsiderazione del cammino che ha portato la Chiesa a elaborare una nuova forma di catechesi, in rapporto ad una rinnovata coscienza della relazione tra annuncio e celebrazione, mettendo a tema l’ordine dei sacramenti e il modello catecumenale di accesso ad essi. Segue un testo di E. GENRE che ricostruisce la pratica evangelica di “iniziazione” (anche se la parola non è usata in quella tradizione) mostrando non solo le differenze dalla prassi cattolica, ma anche a complessità interna alla stessa tradizione protestante, con una conclusione aperta sull’impiego “iniziatico” delle nuove tecnologie. Il capitolo biblico prevede un primo approfondimento, da parte di R. VIGNOLO, che studia in modo ampio e accurato alcune forme di “iniziazione” attestate dalla Scrittura: la iniziazione di Israele prima della alleanza, la re-iniziazione dopo la alleanza infranta, la iniziazione del discepolo amato dal Signore. Si utilizza la Scrittura non come “fonte di testi autorevoli”, ma come “narrazione autorevole di esperienze iniziatiche”. A seguire, C. SIMONELLI rilegge le forme di iniziazione nell’età dei Padri, con la scoperta che mistagogia e martirio, percorsi penitenziali e itinerari spirituali illustrano una “forma ecclesiale” che attende oggi nuovo slancio e nuovo investimento, per superare la paura delle crisi e poterle attraversare in modo creativo, come occasioni di conversione, personale e comunitaria. La stessa istanza viene mediata anche da una accurata rilettura del RICA (Rito per la Iniziazione cristiana degli adulti) con cui L. GIRARDI presenta l’irruzione del nuovo testo rituale, nel 1972, come occasione per rinnovare la esperienza teologale ed ecclesiale, senza nascondere sia le difficoltà testuali, sia le difficoltà contestuali della sua recezione. Parte essenziale di questo rinnovamento è il nuovo ruolo che l’ascolto della Parola assume in questo processo: M. FERRARI studia precisamente questo aspetto della generazione alla fede mediante l’ascolto della parola, che richiede competenza comunitaria e ministeri adeguati. Questa ricca ricostruzione della tradizione iniziatica giunge a due sintesi. Nella prima A. GRILLO rilegge gli sviluppi recenti come una riscoperta del paradigma pastorale e della gradualità con cui i soggetti “diventano cristiani” per la mediazione di narrazioni e di azioni simbolico-rituali. Mentre, sul piano della esperienza della Chiesa Italiana, P. SARTOR rilegge questa storia come manifestazione di un volto di Dio più ricco, meno rigido e più dinamico: introdurre alla conoscenza di Gesù e alle forme della fede conosce una fase di grande novità e ricchezza, che produce anche il rinnovamento delle forme testimoniali ed ecclesiali.
    Da ultimo, leggiamo con commozione la memoria, grata e sentita, con cui E. COSTA dipinge con cura e affetto la cara figura di Mons. F. Rainoldi, uomo vero e musicista fine, che ha segnato mezzo secolo di pensiero e di prassi musicale nella Chiesa italiana, con la sua carica di competenza e di simpatia, lasciando opere dotte e note felici, a testimonianza della sua passione e della sua fede.
    Il Consiglio di Direzione

    Con questo numero doppio che apre l’annata 2016 di «Rivista Liturgica» inizia la nuova serie dopo il cambiamento di editore già in precedenza annunciato. Questa nuova fase della vita della Rivista è frutto della collaborazione di tre comunità monastiche: il Monastero di Finalpia (SV), il Monastero di S. Giustina (PD) e la Comunità Monastica di Camaldoli (AR). I tre monasteri, mentre ringraziano Don Manlio Sodi per la sua pluriennale e competente guida di «Rivista Liturgica» e tutto il Consiglio di Redazione uscente, hanno indicato come nuovo Direttore Don Gianni Cavagnoli, già impegnato da molti anni nella Rivista e a tutti noto per il suo competente e appassionato lavoro a favore della formazione liturgica. A Don Gianni e ai nuovi membri del Consiglio di Direzione e di Redazione della Rivista l’augurio di un buon lavoro e già da ora la nostra gratitudine per aver accettato questo impegno.
    P.D. Giulio Pagnoni,
    Abate di S. Giustina (PD)
    P.D. Giustino Pege,
    Priore Amministratore del Monastero di Finalpia (SV)
    P.D. Matteo Ferrari,
    Responsabile delle Edizioni Camaldoli (AR)

    Stampa

    Camaldoli
    Abbazia di San Giustina
    Abbonamento
    Downloadhttp://bigtheme.net/joomla Joomla Templates